Maria Vittoria.jpg

A cura di Maria Vittoria Liberatore

La leggenda narrava che in fondo alla via “spooky street” ci fosse una casa infestata, la chiamavano “Dolcetto o scherzetto” allora Cristian, Lily, Jack e Charlotte decisero di andare a controllare…

Erano le 18:20 la mamma di Charlotte le stava dando le ultime raccomandazioni <mi raccomando non tornate a casa troppo tardi, ok?>

<Certo mamma>rispose lei <Tu sei sicura che vuoi andare a dormire in quell’ appartamentino senza i tuoi genitori, non hai paura?> chiese preoccupata la madre, molto più preoccupata della figlia <E’ solo per una notte, non ti devi preoccupare, stai tranquilla.> disse Charlotte uscendo da casa, salutando la madre super elettrizzata: dopo  tanto tempo finalmente lei e i suoi amici sarebbero andati a provare l’appartamento in cui avrebbero vissuto tutti insieme da più grandi, avevano appena finito di ristrutturarlo secondo le preferenze di ognuno di loro. 

Il quartetto si incontrò alle 19:00 in punto nella piazzetta vicino alla fermata, si sedettero e aspettarono il bus.

Una volta a “casa” presero i vestiti pianificati: Cristian era una zucca insanguinata, Lily si travestì da fantasma, Jack, il solito simpaticone, si vestì da verifica di aritmetica e infine Charlotte si vestì come una zombie: un trucco perfetto con tanto di occhiaie e sangue, maglietta nera bucherellata sulle maniche, ragnatele finte, capelli arruffati e un cerchietto che si confondeva nei capelli con un coltello che sembrava trapassasse la sua testa, in una parola mostruoso!

Si avviarono verso la temutissima “dolcetto o scherzetto” alle 19:52 dopo aver girato molte altre case.

Appena si avvicinarono il cancelletto bianco si aprì da solo, o forse a causa del vento, la casa era terrificante, osservarla era come vedere la morte vicino a te, oltre al cancello c’era un enorme giardino che circondava tutta la casa con un campo con uno spaventapasseri ricoperti di sangue.

I quattro si avvicinarono all’imponente portone di legno, Lily poggiò la mano sulla struttura e la fece scivolare su di essa, e poi sentì una parte più liscia, molto simile alla carta.

Allora cercò di staccarla ma non ci riuscì, dopo di che anche gli altri la aiutarono e quando riuscirono a staccarla caddero per terra, quando si rialzarono, Jack prese il foglio marrone e vide che non c’era scritto nulla, quindi disse:

<Questo foglio è inutile!> ma poi Cristian propose in coro con Charlotte:

<Prova a girarlo!> poi i due si guardarono: <L’ho detto prima io, no! Io! Basta ripetere tutto quello che dico! Ah, ci rinuncio!> intanto Jack e Lily stavano ridendo e quando Cristian e Charlotte, Jack si mise in posizione retta, non voleva che andasse a finire male mentre Lily li guardò, prima uno e poi l’altro, prima uno e poi l’altro e domando <Che c’è? Leggiamo il foglio o no?> fatto sta che il foglio venne strappato dalle mani di Jack ancore in posizione retta cercando di evitare lo sguardo dei due.

to-be-continued-arrow-.png

La Casa infestata di Spooky Street

 Associazione Culturale "In Puero Spes " Cod. Fisc. 97907030585

Instagram

Benvenuto, sei il visitatore n.