di Giuseppe Scardaccione

Nei giorni seguenti la tragedia del terremoto del 24 Agosto nel centro Italia, Charlie Hebdo, la ben nota redazione giornalistica francese, creatrice d’immagini satiriche, ha pubblicato la vignetta che vedete qui a destra.

Il disegno raffigura due persone ferite, fasciate e ricoperte di sangue; altre sepolte vive a strati come se rappresentassero una lasagna. Il riferimento al sisma è evidente.

L’iniziativa di Charlie Hebdo è stata definita dal Presidente del Senato Pietro Grasso, offensiva nei confronti delle famiglie che hanno subito perdite materiali e di vite umane.

Rispetto la libertà di satira e di ironia, però posso anche dire che ho la libertà di dire che fa schifo” sono state le sue parole a commento.

 

Non soddisfatta, la nota redazione satirica ha però rincarato la dose pubblicandone un’altra ancor più offensiva.

Lo sdegno provocato dall'iniziativa è stato unanime ed ha aperto un nuovo dibattito sulla legittimità della satira quando si misura con tragedie che investono la vita umana.

Era proprio necessario continuare a fare ironia su questa dolorosa vicenda?

                                                                                    

 Associazione Culturale "In Puero Spes " Cod. Fisc. 97907030585

Benvenuto, sei il visitatore n.